Sala 3: L’antico mestiere

stanza3

 

PARTICOLARE antico mestiere

Sala 3: L’ANTICO MESTIERE 

In questa sala del Museo sono esposti alcuni strumenti tradizionali usati per la raccolta e la lavorazione delle olive. All’interno troviamo l’antico irroratore per verderame usato per irrorare le piante di ulivo; tinozze di rame usate per travasare le olive nella mola; la bilancia a bascula, una particolare bilancia a bilico usata per pesare le olive; la stadera bilancia a un solo piatto di origine romana; contenitori utilizzati come unità di misura per l’olio e altri attrezzi che venivano utilizzati dai lavoratori degli antichi frantoi. Inoltre viene valorizzato l’utilizzo della sansa (sottoprodotto del processo dell’estrazione dell’olio di oliva, composto dalle bucce, dai residui della polpa e dai frammenti di nocciolino) come combustibile soprattutto durante l’ultima guerra. Trova impiego nel braciere, comune nell’antica Roma, per riscaldare gli ambienti interni. Mentre il nocciolino viene usato all’interno dell’Oleificio Gabro per riscaldare l’acqua impiegata per la gramolatura.

IRRORATORE PER VERDERAME

Si tratta di una macchina a spalla usata per irrorare le piante di ulivo con soluzioni antiparassitarie. Il verderame (solfato di rame) è usato in agricoltura come antiparassitario.

antichimestieri