Chi siamo

La Famiglia GABRO

LA STORIA

L’Oleificio Gabro ha una lunga tradizione familiare. La sua storia, precisamente, inizia nel 1909, anno in cui Oronzo Brogna diede inizio alla produzione, in Calabria, di un olio che verrà apprezzato in tutto il mondo.

L’Azienda, con il passare degli anni, si è resa protagonista di importanti traguardi commerciali grazie ad un processo produttivo dagli elevatissimi standard qualitativi, come dimostrato dalle diverse certificazioni ottenute.

Da oltre 20 anni, l’Azienda produce il suo olio BIO 100% ITALIANO, diventando uno dei pionieri in questo settore.

La crescente automazione consente oggi di produrre circa 3.000 bottiglie l’ora. Le innovazioni del processo produttivo, tuttavia, lasciano inalterate le proprietà organolettiche del prodotto. Dopo un secolo, l’olio viene prodotto con la stessa cura e lo stesso amore per la propria terra, con metodi di lavorazione innovativi che si innestano su quelli tradizionali.

Il processo produttivo, infatti, avviene nel pieno rispetto del territorio all’interno del quale l’azienda opera. L’Oleificio, sin dalla sua nascita, ha deciso di puntare sull’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili. Pannelli fotovoltaici sono stati installati sul tetto dell’edificio e, per ridurre l’uso di petrolio e gas ai fini del riscaldamento e per riciclare i prodotti di scarto della produzione, sono state installate caldaie a combustione di nocciolino di sansa, derivato dai noccioli delle olive e ottenuto senza l’uso di solventi chimici.

L’azienda è attiva anche nel settore della ricerca. Dal 2009, infatti, l’Oleificio sta conducendo un progetto di ricerca in collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università della Calabria e altri partner. I risultati del progetto, sono stati pubblicati sulla più prestigiosa rivista internazionale di chimica analitica.

IL MUSEO E IL TERRITORIO

La storia dell’Oleificio Gabro dimostra una particolare attenzione verso il rispetto del territorio e della tradizione. La realizzazione del Museo è l’ultimo tassello di un complesso disegno aziendale che mira a valorizzare il patrimonio storico ed enogastronomico della Sibaritide.

Si tratta di un territorio particolarmente ricco. La frazione di Lauropoli, l’antica Cossa degli Enotri, sorge in un’area che si contraddistingue per la massiccia presenza di beni culturali e ambientali: il Parco Archeologico della Sibaritide, distante appena 13 km e manifestazione tangibile della splendore e della magnificenza della Magna Grecia; il Museo archeologico Nazionale della Sibaritide, che sorge nelle vicinanze del Parco, all’interno del quale è possibile ammirare vari reperti archeologici di un periodo storico che parte dall’era protostorica della Magna Grecia per arrivare alla civiltà romana; la catena montuosa del Pollino; il mare Jonio; le spiagge sabbiose; il profumo delle pinete; le Grotte di Sant’Angelo. Un patrimonio che rende il territorio in cui sorge il Parco una meta turistica obbligata per qualsiasi turista.

Il Museo dell’Olio Gabro si inserisce in modo armonico in questo territorio e offre al visitatore un angolo visuale privilegiato dal quale entrare in contatto con la cultura della Sibaritide.